Tessuti made in Italy

Una Ampia Scelta Di Tessuti Made in Italy

TESSUTI MADE IN ITALY

Lavoriamo con una ampia selezione dei tessuti ottenuti dalla miglior elaborazione italiana

L’ACCADEMIA DEL TESSUTO:

COME SI OTTIENE IL TESSUTO?

Il tessuto, nella sua più semplice definizione, è un intreccio di fili.

Il tessuto di cotone si ottiene mediante l’intreccio di fili disposti gli uni di fianco agli altri su un piano verticale(CATENA o ORDITO), con un filo continuo orizzontale (TRAMA).
Questa tipologia di tessuto è detta TESSUTO “CATENA-TRAMA” o TESSUTO A NAVETTA.

La macchina che produce il tessuto si chiama TELAIO, questa macchina ha la funzione di realizzare meccanicamente l’intreccio di fili in forma industriale.

COSA E’ IL COTONE?

Il cotone è un fibra naturale vegetale tra le più antiche al mondo, risalendo il suo utilizzo a circa 5000 anni fa, ed è inoltre la più diffusa, il suo impiego copre oggi circa il 50% del consumo mondiale di fibre.

Il cotone assicura ottima traspirazione lasciando un eccezionale senso di freschezza; ha ottima resistenza ed è duraturo nel tempo.
Presenta una mano estremamente gradevole al tatto e non provoca nel modo più assoluto allergie.

COSA E’ L’ARMATURA DEL COTONE?

L’armatura del cotone è il modo con il quale si intrecciano i fili del tessuto, sempre formando un angolo di 90°.

Nella camiceria sono utilizzate principalmente 4 tipi di armature che danno origine a questi tessuti:

ARMATURA A TELA (tessuto POPELINE): E’ l’armatura più antica, oltre che la più semplice, il tessuto è uguale sia sul dritto che sul rovescio.

ARMATURA A SAIA (Diagonalino o Twill): E’ l’armatura nella quale il tessuto si presenta con il tipico effetto diagonale con variabile rilievo ed inclinazione, che può essere da sinistra verso destra o viceversa.

ARMATURA A RASO: presenta il dritto del tessuto lucido ed il rovescio opaco. Il dritto si presenta piacevolmente scivoloso e, per un effetto di rifrazione di luce, sensibilmente lucido mentre al rovescio è opaco.

ARMATURA OXFORD: L’origine del nome proviene dall’omonima città inglese.
E’ l’armatura in cui il tessuto assume un look meno formale e più sportivo; in esso i fili dell’ordito, raggruppati a 2 a 2, danno un effetto di quadretti piccolissimi, quasi punte di spillo.

COSA E’ IL TITOLO DI FILATO?

Nel filato utilizzato per camiceria fattore importantissimo è la sua finezza; in parole povere la sua “grossezza” o “spessore”. Questo è appunto il TITOLO DI FILATO.
Essendo impossibile misurarne con un calibro lo spessore, la finezza viene espressa con un rapporto tra un’entità di lunghezza ed una di peso convenzionali nel filo: questo rapporto si chiama TEX.
Possiamo sintetizzare dicendo che maggiore è il titolo di filato più pregiato è il tessuto.

COTONE RITORTO: significa che al filo vengono conferiti arrotolamenti (avvitamenti su se stesso) allo scopo di ottenere risultati significativamente rilevanti dal punto di vista visivo, tattile e di tenacità.

DOPPIO RITORTO: è composto da due fili attorcigliati su se stessi, ottenendo effetti particolarissimi sia dal punto di vista tattile che visivo.

Possiamo sicuramente dire che i cotoni in doppio ritorto con un titolo di filato elevato sono sicuramente i più pregi

Ringraziamento al Prof. Edmondo Erba dello IED di Milano

Tessuti made in Italy